Farmaci per le emorroidi: Creme, pomate e supposte [Aggiornato]

Posted on

Infine, una delle più comuni complicazioni della malattia emorroidaria sono le emorroidi interne trombizzate, cioè quando nelle emorroidi si forma un trombo, ovvero un coagulo di sangue.

Tuttavia, è bene sottolineare che questa tipologia di farmaci allevia i sintomi ma non agiscono sulle cause che hanno dato origine alle emorroidi. Nuova ricerca indipendente svela perché i normali farmaci per emorroidi e l’intervento di emorroidi non curano le emorroidi in maniera definitiva. In caso di emorroidi dolorose in commercio esistono numerosi farmaci a base di cortisonici ed anestetici. Creme e pomate per emorroidi in linea di massima sono preferibile alle supposte, sono più facili da applicare ed il principio attivo si distribuisce meglio. Ho avuto isolati episodi acuti di emorroidi esterne sempre rientrati in brevi periodi con la terapia sistemica e topica. Le emorroidi esterne sono vene ingrossate nella zona dell’ano, quando questo tessuto ricco di vasi sanguigni si dilata si sviluppano le emorroidi esterne. Le emorroidi esterne sono situate al di sotto della cute che ricopre la parte esterna intorno al canale anale. Pomate e farmaci possono comunque richiedere molte settimane di applicazione prima della remissione dei sintomi, come il gonfiore e il senso di fastidio. Si tratta di un rimedio più efficace e più veloce delle creme e pomate in commercio… Come curare le emorroidi allora?

Farmaci per le emorroidi: Creme, pomate e supposte

  • dapprima fuoriescono durante la defecazione e rientrano da soli subito dopo
  • poi rientrano soltanto sospingendoli manualmente all’interno dell’ano
  • infine, rimangono definitivamente esterni, cioè prolassati.

Tra le creme indicate a livello farmacologico per combattere la patologia delle emorroidi sanguinanti, abbiamo la Preparazione H, la quale è utile sia in caso di emorroidi interne che esterne.

Le emorroidi interne può richiedere molto tempo perché non sono facilmente rilevati come un emorroidi esterne e sono anche difficili da mantenere pulito, in quanto sono all’interno del vostro corpo. Semplice: scarica i report GRATUITI su “Come guarire definitivamente dalle emorroidi senza farmaci o interventi chirurgici”. Una delle creme più efficaci, sia per le emorroidi interne che per le emorroidi esterne è rappresentata dall’Avenoc Pomata (costa 10 euro). Nel contesto di una terapia farmacologica possiamo ricorrere a una pomata per emorroidi esterne per alleviare la sintomatologia della malattia emorroidaria. Può accadere, a volte, che i farmaci per il trattamento sintomatico delle emorroidi diano luogo a irritazioni locali, perciò affidiamoci alle indicazioni terapeutiche del nostro medico di fiducia. Molto spesso infatti quando si chiede o si cerca una crema per le emorroidi si incappa in creme e supposte adeguate a emorroidi interne sanguinanti, non esterne e trombizzate. I vari Proctosedyl in crema e supposta sono utili soprattutto per chi ha una situazione di emorroidi interne sanguinanti e che quindi necessitano di essere rimarginate. Le emorroidi possono essere curate tramite il riassorbimento, una terapia per la quale non è necessario il ricovero. Altri rimedi per le emorroidi trombizzate, sono la somministrazione di farmaci da ingerire, oppure per uso topico.

  • Anche il ghiaccio è un’altra opzione molto utile ed efficace se le emorroidi sono molto fastidiose o se soffrite di prurito intenso.

I farmaci per uso topico, sono delle pomate da applicare più volte al giorno nella zona interessata.

Accanto a queste però, è possibile sfruttare alcuni rimedi naturali che possono essere in grado di alleviare i sintomi e i fastidi delle emorroidi esterne. I farmaci e medicinali per emorroidi possono alleviare i sintomi associati con le emorroidi. E’ pur vero, però, che nei casi di emorroidi acute, trombizzate o prolassate, è imprescindibile utilizzare delle creme di questo tipo se si vuole combattere efficacemente il dolore. Nei pazienti con emorroidi di grado III-IV la terapia chirurgica è in certi casi l’unico rimedio per tornare a condurre una vita normale. Seguendo l’ indicazione del mio dottore avevo iniziato ad assumere dei farmaci anti-depressivi che hanno aggravato le mie emorroidi fino ad un punto insopportabile. Le emorroidi interne più grandi, o quelle che non rispondono alla terapia sclerosante iniettiva, vengono trattate con la legatura elastica. 3 Puoi trovare diversi trattamenti da banco specifici per la cura delle emorroidi, tra cui creme, pomate, salviette disinfettanti e anche supposte. Se anche tu soffri a causa delle emorroidi, prova ad assumere dei farmaci in libera vendita per lenire il disagio, come il paracetamolo o l’ibuprofene, in associazione ai trattamenti topici. I farmaci per emorroidi come unguenti, pomate, creme e supposte possono aiutare a ridurre l’infiammazione quando i sintomi sono lievi.

  • In altri casi, invece, il nodulo provoca una lesione (ulcera) nella parete delle emorroidi, causando anche un fenomeno di sanguinamento.

Le emorroidi trombizzate sono molto dolorose e possono essere sia interne che esterne.

Tuttavia, i sintomi delle emorroidi, come ad esempio, sanguinamento intestinale e dolore anale possono verificarsi anche in altre malattie. Nella maggior parte dei casi, i sintomi lievi di emorroidi possono essere trattati con unguenti o creme. Una nuova ricerca indipendente svela in un video video gratuito il motivo per cui i farmaci per emorroidi e l’intervento di emorroidi non curano le emorroidi. Per il trattamento delle emorroidi si usa per lo più come componente di creme o pomate da applicare direttamente sulla zona anale e perianale. Dunque, se le emorroidi ti tormentano, che aspetti a provare uno di questi metodi alternativi che, quanto meno, non fanno male al tuo organismo come molti farmaci? Unguenti, creme e prodotti erboristici rientrano nella cura del trattamento delle emorroidi, uno dei problemi che richiede solo molta pazienza per la guarigione e attenzione successiva per evitare il ritorno. Parlando delle emorroidi esterne i rimedi invece sono più mirati perché devono rimediare ai sintomi più fastidiosi, il dolore provocato dalla pressione che si esercita sulle vene fuoriuscite. Per il resto, si ricorre a creme e gel e farmaci in via orale o ad applicazione topica. Per quanto attiene ai farmaci, invece, in questi casi si possono utilizzare schiume, supposte pillole o creme.

Altri farmaci utilizzati con le emorroidi sanguinanti, sono quelli con l’aggiunta di sostanze ad azione vasculo trofica, disinfettante e lubrificante, come il Proctosoll.

Sono disponibili in commercio diverse preparazioni per uso topico (creme, pomate, unguenti e supposte) destinate al trattamento sintomatico delle emorroidi (vedi ). Le emorroidi sono un disturbo che può essere anche molto fastidioso: si presentano per una dilatazione delle vene che fanno parte dell’intestino retto, in particolare vicino all’ano. Non si dovrebbe pensare che siano sempre emorroidi poiché ci sono tumori e polipi della zona perianale che possono sembrare emorroidi esterne. Le emorroidi esterne sono spesso causa di prurito , bruciore o sanguinamento e possono essere dolorose, infiammato e gonfio. Le terapie farmacologiche consistono generalmente in compresse,  pomata per emorroidi  da usare localmente, a volte anche l’uso di farmaci iniettiva. Questo tipo di farmaci per emorroidi è possibile acquistarle disponibile in commercio alla propria farmacia, o si può preparare per conto proprio. Tenere presente, tuttavia che, anche se i farmaci topici possono fornire un sollievo immediato, c’è la possibilità di una recidiva della vostra situazione dopo due o tre giorni. Proctolyn è una crema rettale impiegata per il trattamento delle emorroidi interne ed esterne, contenente due principi attivi: il fluocinolone acetonide e la chetocaina cloridrato. Non soltanto farmaci, quindi, che magari possono essere riservati alle situazioni più serie, ovvero quando le emorroidi passano da interne ad esterne e sanguinano. Tipiche sono le emorroidi esterne trombizzate in gravidanza, così come in tutte quelle situazioni in cui lo sforzo defecatorio risulta eccessivo per estrema durezza delle feci. Solo dopo aver ottenuto una diagnosi di certezza è possibile impostare un’adeguata terapia, valutata anche in base alla gravità delle emorroidi.